skip to Main Content
0742.340904 info@puntoformazione.net
Corsi Di Comunicazione: Intervista A Nicola Donti, Docente E Trainer PNL

Corsi di comunicazione: intervista a Nicola Donti, docente e trainer PNL

Punto Formazione presenta un catalogo di corsi dedicati al mondo della comunicazione. In collaborazione con Nicola Donti, docente esperto in comunicazione e trainer in Programmazione Neuro Linguistica (PNL), e con il patrocinio di SIMeN, l’Agenzia di Nazzareno Ponti propone un nuovo percorso formativo: dalla gestione delle emozioni alla definizione delle proprie Life skills, passando alla formazione per il Public Speaking fino alla valutazione dell’errore. Tra questi corsi è proprio il “public speaking” che insegnerà a parlare al pubblico.

 Punto Formazione, l’importanza di saper comunicare

Fra i vari corsi  che Punto Formazione insieme al docente Nicola Donti intende proporre, in questo articolo parleremo delle lezioni che servono per gestire la paura di parlare in pubblico, far crescere le capacità di comunicazione trasformando il tutto in un punto di forza: il corso di Public Speaking.

Parlare in pubblico: è questa una competenza trasversale, indipendentemente dall’attività che andrà a fare. Infatti, possedere questa competenza è sempre utile sia che si tratti di una presentazione in una convention, o se si debba parlare a 20 persone, oppure presentare un prodotto: sono tutti casi che si configurano come comunicazione in pubblico.

Il corso ha lo scopo di valorizzare anche le competenze che possono rimanere nascoste e, soprattutto, di non farsi boicottare da una carenza in termini di comunicazione in pubblico.

Punto Formazione, Donti: “Il timore di parlare in pubblico”

Come spiega Donti, una statistica americana ha rivelato che dopo la paura della morte, al primo posto, c’è il timore di parlare in pubblico:

Le paure, le ansie legate e questo tipo di performance evocano inconsci timori più profondi. Sentirsi sotto osservazione, avere tanti occhi puntati addosso con il terrore di fare brutte figure, ci riportano indietro nel tempo. Fino alle temute interrogazioni: un momento ansiogeno per eccellenza, quando a giudicare ci sono le insegnanti e i compagni.

Un elemento questo che va a stratificarsi con la paura degli esami, della tesi: luoghi di esperienze negative che si sommano, che tornano fuori e che possono boicottarci quando parliamo in pubblico.

Punto Formazione, corso di comunicazione: ecco cosa insegna

Cosa si apprende in questo corso? Ad accettare l’emotività che però non deve boicottarci. Ce lo spiega il docente:

Io insegno le tecniche di programmazione neurolinguistica per le quali sono master trainer. Tecniche che vanno a scardinare le convinzioni negative e a sostituirle con convinzioni potenzianti che permettono di affrontare il momento con la giusta gratificazione.

Alle fine del corso, che consiste in due incontri da 4 ore ciascuno, si otterrà un attestato che certifica la frequentazione al corso: la capacità, cioè, di potersi esprimere e fare leva sulle proprie potenzialità nascoste in questi contesti. Ottenere cioè la gratificazione di imparare ad esporre le proprie idee senza paura.

Parlare in pubblico: l’importanza della “paura”

È giusto che la paura di parlare in pubblico non passi del tutto. Perché? Come spiega il docente esperto in comunicazione, la paura è uno strumento molto importante che ci spinge a cercare di prepararci meglio. Per non fare brutta figura io mi dedico a curare molto bene alcuni aspetti.

Il problema è che troppo spesso si è spinti a curare il contenuto e non la forma. E questo è un problema: è importante come dirò le cose. Purtroppo nella comunicazione è molto importante non solo quello che dici, ma come lo stai dicendo. È necessaria una competenza tecnica che ci aiuti a costruire il pathos, l’apertura, il decollo e l’atterraggio: sono tutte fasi tecniche di performance che spesso affidiamo all’improvvisazione. E se si improvvisa il rischio di farti male è più alto. Avere paura, quindi, ci porta a prepararci meglio.

Questo corso si sofferma non sui contenuti, visto che la platea a cui è rivolto è eterogenea, ma guarda alla forma:

Io parto da questo pensiero: è un sacrilegio che io mi dedichi a fare ottimo vino e poi lo metto nel cartone del tavernello. Un ottimo vino merita il giusto confezionamento.

Punto Formazione, public speaking: l’obiettivo del corso

È un corso, quindi, rivolto a tutti dove è indispensabile mettersi in gioco, come spiega il trainer in Programmazione Neuro Linguistica:

L’aspetto teorico è una parte residuale, la parte più importante è quella esperienziale. Ci saranno giochi di ruolo, attività e si avrà modo di sperimentarsi in questo che definisco un laboratorio esperienziale.

Un laboratorio in cui si farà tesoro delle indicazioni del docente che saranno immediatamente messe in pratica per verificarne l’efficacia e fissarne i concetti. Metterò a disposizione la mia competenza ed esperienza ventennale sulla formazione nei vari temi comunicazione.

Punto formazione, un percorso completo con quattro corsi

Oltre al “public speaking” che il docente Donti propone nel 2022, ce ne sono altri tre.  Lezioni che saranno on line ma anche in presenza. Sono stati concepiti sia come opportunità nel frequentare un singolo modulo, ma anche come un vero e proprio percorso a cui ci si potrà iscriversi, naturalmente godendo di una scontistica riservata per i soci della SIMeN. Un percorso che garantirà una visione continuativa e complessiva che permetterà di lavorare su tutte le life skill.

Ecco l’intero catalogo di corsi:

Public speaking, Life skill, Gestione delle emozioni con i pazienti, Pedagogia dell’errore.

Tutte le informazioni su www.puntoformazione.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top