skip to Main Content
0742.340904 info@puntoformazione.net

Corso per facilitatori di laboratorio di Medicina Narrativa
Corso riservato a professionisti che abbiano avuto già esperienze formative e/o pratiche di Medicina Narrativa
Evento ECM – online

L’evento è indirizzato a tutte le professioni sociosanitarie
La partecipazione garantisce 50 crediti ECM

1° edizione 2020 – Conclusa
2° edizione 2021 – Posti esauriti

Presentazione dell’evento

L’essere umano ha la predisposizione naturale ad organizzare le proprie esperienze in forma narrativa e quindi a costruire il proprio sé e la propria identità attraverso le storie. Attraverso la narrazione, noi conosciamo, comprendiamo, interpretiamo noi stessi, gli altri, il mondo e la vita. Essa è una strategia adattativa che permette di dare forma all’esperienza umana. Il racconto diventa una mappa con punti di riferimento per orientarsi negli eventi della propria storia.

Tutto ciò assume un significato ancora più forte nei luoghi di cura, a cui approdano persone che in ragione di problemi legati a malattia, disabilità, trauma, vanno incontro ad una rottura biografica. La narrazione si disorganizza, i punti di riferimento vengono persi, va a poco a poco rinegoziata una nuova identità che tenga conto delle trasformazioni a livello fisico, psicologico e sociale causate dall’evento critico.
La narrazione diventa uno strumento per trovare o ritrovare le parole per raccontare l’accaduto, attribuendogli un senso e per accompagnare i cambiamenti. Per rinegoziare con se stessi e con il mondo  una identità funzionale al qui ed ora.

Per essere in grado di assistere (nel senso etimologico di stare accanto) di onorare le storie di malattia di coloro che affrontano questo percorso gli operatori della salute devono mettere in campo la cosiddetta competenze narrativa, abilità complessa che permette di ascoltare, assorbire, comprendere, interpretare e agire in risposta alle narrazioni dei pazienti e loro familiari, creando uno spazio-tempo in cui tali narrazioni possano sentirsi accolte e valorizzate.

Questo progetto formativo per facilitatori nasce dunque dall’esigenza di preparare formatori in grado di gestire laboratori nei quali sviluppare ed allenare le competenze narrative, al fine di diffondere la medicina narrativa nei luoghi di cura quale “metodologia di intervento clinico assistenziale” per permettere alle persone di divenire “protagoniste del processo di cura” (ISS, 2015). Il  facilitatore un ruolo chiave all’interno della formazione narrativa: dovrà essere in grado di integrare i modelli di formazione degli adulti e dell’apprendimento dall’esperienza con la moderna pedagogia narrativa.

Obiettivo formativo

Aspetti relazionali e umanizzazione delle cure

Date e orari seconda edizione 2021

  • Venerdì 29 gennaio 14.30 – 18.30
  • Sabato 6 febbraio 9.00 – 13.00
  • Sabato 13 febbraio 9.00 – 13.00
  • Venerdì 19 febbraio 14.30 – 18.30
  • Sabato 27 febbraio 9.00 – 13.00
  • Sabato 13 marzo 9.00 – 13.00
  • Sabato 20 marzo 9.00 – 13.00
  • Venerdì 26 marzo 14.30 – 18.30
  • Venerdì 9 aprile 14.30 – 18.30
  • Sabato 10 aprile 9.00 – 13.00

Programma dell’evento

Obiettivi

  • Contestualizzare il ruolo del facilitatore all’interno della medicina narrativa e della pedagogia narrativa
  • Analizzare il profilo del facilitatore (le attese di ruolo

Argomenti

  • Teoria avanzata della Medicina Narrativa
  • Medicina narrativa nella clinica, formazione e ricerca
  • Medicina narrativa e pedagogia narrativa
  • Io come facilitatore: un approccio autobiografico (narrazone di sé come facilitatore/formatore)
  • Profilo del facilitatore in MN: una costruzione bottom-up

Ore: 8 suddivisi in due moduli

Obiettivi

  • Conoscere i principi della formazione degli adulti
  • Conoscere le basi della pedagogia narrativa
  • La pedagogia narrativa come generatirice di apprendimenti e cambiamenti

Argomenti

  • Peculiarità della formazione degli adulti
  • Il ciclo della formazione: gestire la preparazione, l’erogazione e la valutazione delle sessioni formative
  • Modelli di apprendimento dall’esperienza (es. Kolb) e dell’apprendimento significativo (es. Ausebel) congruenti con la formazione narrativa
  • Il modello del “laboratorio narrativo

Ore: 8 suddivisi in due moduli

Obiettivi

  • La comunicazione nei processi educativi

Argomenti

  • Comunicazione e relazione educativa: principi, teorie di riferimento
  • Linguaggi e metalinguaggi
  • Le counselling skills del facilitatore
  • La postura narrativa (osservazione, attenzione, ascolto, accoglienza e valorizzazione della diversità nel gruppo aula
  • La comunicazione nella gestione dell’aula
  • La gestione della comunicazione scritta

Obiettivi

  • Apprendere il metodo pedagogico della medicina narrativa

Argomenti

  • Close reading (con approfondimenti di close looking e visual thinking strategies)
  • Scrittura riflessiva/creativa/autobiografica
  • Condivisione e feedback nel piccolo gruppo
  • Come scegliere e utilizzare le Health Humanities, le patografie e le storie di cura degli operatori
  • Il paziente esperto nella formazione alla MN

8 ore

Obiettivi

  • Comprendere il valore della l’apprendimento collaborativo
  • Facilitare sessioni di medicina narrativa rivolte a gruppi

Argomenti

  • Il gruppo in formazione e dinamiche dell’apprendimento collaborativo
  • Come facilitare il clima del lavoro in gruppo
  • La gestione della resistenza e del conflitto

4 ore (1 modulo)

Obiettivi

  • Acquisire elementi di etica e dentologia applicati al ruolo di facilitazione
  • Acquisire metodi e strumenti di etica narrativa

Argomenti

  • La facilitazione “etica”
  • Sviluppare temi con un focus etico nei laboratori di MN: dignità umana, fragilità, vulnerabilità, diversità, disabilità, terminalità ecc.

4 ore (1 modulo)

Obiettivi

  • Progettare in autonomia un programma di medicina narrativa
  • Progettare in autonomia una sessione di MN
  • Condivisione dei project work nel gruppo di apprendimento

Argomenti

  • Progettazione di un programma di medicina narrativa: analisi del contesto, punti di forza e di criticità, la negoziazione con committenti e stakeholders
  • Progettazione di una sessione di medicina narrativa: obiettivi ed azioni pre-durante-post

4 ore (1 modulo)

Relatori

  • Vincenzo Alastra:  Psicologo-Direttore S.O.C. Formazione e Comunicazione. Amministrazione. ASL di Biella
  • Sergio Ardis: Dirigente Medico, esperto di comunicazione in sanità USL Toscana Nord Est
  • Lorenza Garrino: Ricercatore in Scienze Infermieristiche, Università degli Studi di Torino
  • Massimiliano Marinelli: Laureato in Medicina e in Filosofia, docente di Medicina Narrativa presso la Facoltà di Medicina della Università Politecnica delle Marche, membro consiglio direttivo SIMeN
  • Stefania Polvani: Sociologa Presidente SIMeN, cd OMNI
  • Nicoletta Suter: Formatrice , Azienda Sanitaria Friuli Occidentale Pordenone , membro cd SIMeN
  • Paolo Trenta: Sociologo, Presidente Omni, membro CD SIMeN

Costo dell’evento

Il prezzo per la partecipazione al Webinar è di 400,00 euro
Per gli iscritti a SIMeN il prezzo è scontato a 350,00 euro

Attestato ECM

L’attestato ECM verrà inviato via mail nei giorni successivi alla conclusione del percorso formativo, previo superamento del questionario ECM con il 75% delle risposte corrette.

Richiedi maggiori informazioni

Per avere maggiori informazioni sulle prossime edizioni del corso, compila il form o, in alternativa, potrai contattare la segreteria organizzativa al numero 0742.340904 o via mail, all’indirizzo ecm@puntoformazione.net

Back To Top